Segni del tuo amore

Un amore potente come quello di tua madre, lascia il segno: non una cicatrice, non un segno visibile… Essere stati amati tanto profondamente ci protegge per sempre, anche quando la persona che ci ha amato non c’è più. È una cosa che ti resta dentro, nella pelle

Albus Silente, J.K. Rowling

In quel tempo, [Gesù apparve agli Undici] e disse loro: «Andate in tutto il mondo e proclamate il Vangelo a ogni creatura. Chi crederà e sarà battezzato sarà salvato, ma chi non crederà sarà condannato. Questi saranno i segni che accompagneranno quelli che credono: nel mio nome scacceranno demoni, parleranno lingue nuove, prenderanno in mano serpenti e, se berranno qualche veleno, non recherà loro danno; imporranno le mani ai malati e questi guariranno».
Mc 16,15-18

Farci viaggiatori che lasciano impronte lungo il cammino, questo è l’invito che il Signore questa mattina ci rivolge. Il Signore chiama noi, suoi novelli discepoli, a parlare qui ed ora del suo amore salvifico e a testimoniarlo attraverso le nostre vite nei modi più diversi e speciali: attraverso sguardi, abbracci, mani tese ad aiutare, sorrisi, lacrime condivise o asciugate.

Come le orme sul cammino si differenziano da persona a persona, così i segni dell’incontro con Dio saranno diversi per ciascuno di noi. Mettiamoci in cammino e lasciamoci stupire dalla vastità e spettacolarità dei modi attraverso i quali il Signore arriva a noi e per mezzo di noi e ci marchia col suo Amore, lasciando un segno indelebile nella nostra e altrui vita.

  • Chi è stato per te testimone dell’amore del Signore?
  • Dove vorresti essere inviato a portare il segno dell’incontro con Dio?
  • Cosa suscita in te la consapevolezza di essere testimone concreto di quell’amore salvifico?

Rete Loyola

Aggiungi ai preferiti : Permalink.

Commenti chiusi