Bene da bene

Se il fiore è buono anche il frutto lo sarà.
Proverbio cinese

[Mt 7,15-20] In quel tempo, Gesù disse ai suoi discepoli: «Guardatevi dai falsi profeti che vengono a voi in veste di pecore, ma dentro son lupi rapaci. Dai loro frutti li riconoscerete. Si raccoglie forse uva dalle spine, o fichi dai rovi? Così ogni albero buono produce frutti buoni e ogni albero cattivo produce frutti cattivi; un albero buono non può produrre frutti cattivi, né un albero cattivo produrre frutti buoni. Ogni albero che non produce frutti buoni viene tagliato e gettato nel fuoco. Dai loro frutti dunque li potrete riconoscere».

Pecore e lupi, uva e spine, albero e frutto. Tre metafore diverse per esprimere un concetto solo: che da qualcosa di cattivo non può nascere qualcosa di buono, e viceversa. Sembra un’insistenza inutile, ma sappiamo che Il Vangelo non spreca parole. E se ci pensiamo un attimo ci accorgiamo che questa insistenza è necessaria, perché in fondo in fondo noi non crediamo che solo il bene crei altro bene, e che il male invece crea solo altro male.

Non ci crediamo ogni volta che pensiamo che ad ogni violenza ricevuta sia necessario rispondere con un’altra violenza perché “così impara”;

ogni volta che usiamo la parola per creare danno a qualcuno perché questa persona “tanto ha fatto cose peggiori”;

ogni volta che impediamo ad un barcone carico di disperati di attraccare ad un porto perché pensiamo che solo così si possa risolvere il problema delle migrazioni.

Chiediamo al Signore la grazia di liberarci da quella sottile e convincente voce che parla dentro di noi e che ci dice che il male è la risposta migliore.

  • Quando non hai creduto che il bene nasce solo dal bene?
  • In che occasione hai avuto la prova che dal male viene solo altro male?
  • Dove sei chiamato, oggi, ad essere bene da cui nasca altro bene?

Leonardo Vezzani SJ

Aggiungi ai preferiti : Permalink.

Commenti chiusi